Gruppo di lettura della biblioteca

Storia di un uomo mite che nasce contadino e, fulminato da un sonetto di Shakespeare, si trasforma, da studente di agraria senza pretese, in uno studente di letteratura, poi in ricercatore e infine in docente di una cattedra di Inglese alla Università di Columbia. Il protagonista è un antieroe tenace, integro, come un albero ben radicato nella terra, che resiste alle tempeste della vita, incurvandosi e logorandosi ogni giorno di più, il cui legno, tuttavia, divenga, col passare del tempo, sempre più prezioso. Un libro bellissimo, che parla di tutti noi, che nasciamo, viviamo e moriamo senza apparentemente lasciare traccia della nostra esistenza, e che celebra l'amore, l'amicizia e l'integrità. Vite vissute, spesso, con grande intensità ed emozioni grandi, a dispetto di una quotidianità che ci vorrebbe muti e rassegnati.

Data: 07/04/2015 Ultima modifica: Gio, 10/12/2015 - 12:10