ATTIVAZIONE MISURE PROTOCOLLO ARIA I LIVELLO

AVVISO

PROTOCOLLO ARIA

ATTIVAZIONE MISURE 1^ LIVELLO – 02/02/2017

A seguito dell’adesione al Protocollo Aria di Regione Lombardia, il Comune di Ospitaletto ha emesso Ordinanza n. 71 del 13/12/2016 che prevede che al protrarsi del superamento del limite del PM10 di 50 microgrammi/m3 per più di sette giorni consecutivi, possano essere attivate le misure individuate nel Protocollo Aria come Misure di 1^ livello;

SI AVVISA che il limite di 50 microgammi/m3 è stato superato per più di 7 gg consecutivi e quindi sono attivate le misure di 1^ livello:

  1. In aggiunta al divieto delle azioni previste dalla DGR n. 7635 dell’11 luglio 2008 e dalla DGR n.2578 del 31 ottobre 2014[1], verranno applicate le seguenti misure:

    a.1)   per tutte le tipologie di veicoli già limitate in modo strutturale dalle DD.G.R. n. 7635/08 e n. 2578/14 il divieto di circolazione è esteso anche alle giornate di sabato, domenica e festive infrasettimanali, dalle ore 7.30 alle ore 19.30.  

    a.2)   divieto di circolazione agli autoveicoli diesel Euro 3 non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato allo scarico in grado di garantire un valore di emissione del particolato almeno pari al limite fissato per lo standard Euro 4 nelle seguenti fasce orarie:

  • autoveicoli per il trasporto persone dalle ore 09.00 alle ore 17.00,
  • autoveicoli per il trasporto cose dalle ore 07.30 alle 09.30.
  1. Riduzione di 1 grado centigrado del valore massimo delle temperature dell’aria nelle unità immobiliari di cui all’art. 4, c.1, lett. b) del D.P.R. n. 412/1993 e nei locali interni di esercizi commerciali appartenenti alla categoria E.5 di cui all’art. 3 del D.P.R. n. 412/1993, passando da 20°C a 19°C con tolleranza di 2°C.
  2. Divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale riportata in Allegato 2 alla D.G.R. n. 5656/2016 ed allegato alla presente. I parametri individuati in Allegato 2 ai fini della classificazione ambientale, quali: rendimento dell’apparecchio e concentrazioni di particolato primario, carbonio organico totale, ossidi di azoto e monossido di carbonio, sono indicati dal costruttore dell’impianto a biomassa legnosa nella Dichiarazione delle Prestazioni Ambientali o nell’Attestato di Certificazione. Laddove tali documenti non fossero presenti all’atto di acquisto, i costruttori metteranno a disposizione l’informazione anche tramite il proprio sito internet.
  3. Divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…), di combustioni all’aperto. Non è consentita alcuna deroga;
  4. Divieto generalizzato ed esteso per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;
  5. Divieto di spandimento dei liquami zootecnici. Non è consentita alcuna deroga.
  6. Di adottare tutti gli accorgimenti necessari mirati al contenimento delle emissioni inquinanti in atmosfera, tra cui la limitazione all’uso di dispositivi che, al fine di favorire l'ingresso del pubblico, consentono di mantenere aperti gli accessi verso i locali interni di esercizi commerciali appartenenti alla categoria E.5 di cui all’art. 3 del D.P.R. n. 412/1993 e conseguentemente a mantenere chiuse le porte.

     

    Si invitano i cittadini a collaborare al fine della riuscita dell’importante iniziativa.

 

[1] Le DGR n. 7635 dell’11 luglio 2008 e n. 2578 del 31 ottobre 2014 prevedono le seguenti modalità di limitazione della circolazione:

AUTOVEICOLI: nelle giornate dal lunedì al venerdì, escluse quelle festive infrasettimanali, dalle 7.30 alle 19.30, non possono circolare:

  • gli autoveicoli a benzina Euro 0 (anche detti pre-Euro 1);
  • gli autoveicoli diesel (cioè alimentati a gasolio) Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 (omologati ai sensi della direttiva 91/542/CEE, o 96/1/CEE, riga B, oppure omologati ai sensi delle direttive da 94/12/CEE a 96/69/CE ovvero 98/77/CE).

MOTOVEICOLI:

  • per motoveicoli e ciclomotori a due tempi Euro 0, è vigente fermo permanente della circolazione in tutte le zone del territorio regionale (A1, A2, B, C1 e C2), da lunedì a domenica, dalle 00,00 alle 24,00;
  • per motoveicoli e ciclomotori a due tempi Euro 1, è previsto il fermo della circolazione nelle giornate dal lunedì al venerdì, escluse quelle festive infrasettimanali, dalle 7.30 alle 19.30;

AUTOBUS M3 del Trasporto Pubblico Locale (TPL): è vigente il fermo permanente degli autobus M3 di classe Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 diesel, da lunedì alla domenica dalle 00.00 alle 24.00 su tutto il territorio regionale.

Data: 02/02/2017 Ultima modifica: Gio, 02/02/2017 - 12:29